Arborense 10.8 " I Fondamentalismi "

Oggi come oggi, si accetta il fatto che le religioni siano ormai parte della sfera pubblica e i principi fondanti della democrazia, quali il dialogo e non l’intolleranza, i diritti per tutti e non i privilegi per alcuni, gli eguali obblighi in cui si compendia la virtù civica, vadano salvaguardati non mettendo le religioni sotto il tappeto, ma rendendo dialogica e non intollerante la loro compresenza nella convivenza comune. Tuttavia, la difesa della propria appartenenza religiosa, delle proprie credenze e dei propri riti, perseguita con mezzi rigidi e intolleranti, dà origine a fondamentalismi di varia natura. Le modalità di autoconservazione che escludono l'altro, l'infedele, lo straniero, rappresentano l'ostacolo maggiore alla comprensione reciproca e alla pacifica convivenza tra le diverse religioni. L'appartenenza religiosa, da base per una convivenza civile all'insegna della solidarietà e dell'accoglienza reciproca, è diventata causa ed occasione di divisione sociale, di irrigidimento culturale, di esclusivismo religioso.

[Per continuare la lettura scarica l'articolo]

Clicca su Download e scarica il PDF

Arcidiocesi di Oristano

Calendario Pastorale

Papa Francesco Twitter

Condividi

 S.E. Monsignor Ignazio Sanna
Arcivescovo Metropolita di Oristano:

P.zza Giovanni Paolo II, 1 – 09170 ORISTANO (Italia)
E-mail: arcivescovosanna@gmail.com
(per interviste contattare il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali)

Designed By Grafica & Web Design