Bonhoeffer

Tra fedeltà alla terra e Regno dei Cieli
Nietzsche e Bonhoeffer

1. L’oggetto del mio studio non comprende l’esposizione sistematica dell’antropologia teologica di Dietrich Bonhoeffer. Non comprende neppure la valutazione critica delle diverse ermeneutiche del suo pensiero.1 Esso si concentra sull’esame del rapporto tra la fedeltà alla terra e il regno dei Cieli nella prospettiva nietzscheana e in quella bonhoefferiana. 2 Nell’ambito della mia breve riflessione non è possibile, perciò, prendere in considerazione tutti gli scritti di entrambi gli autori. Per il pensiero di Nietzsche mi baso soprattutto su Così parlò Zarathustra e Al di là del bene e del male. Per quanto riguarda Dietrich Bonhoeffer, mi limito a rilevare le relative implicanze di carattere antropologico, presenti nelle due sue opere più importanti, e cioè in Etica e in Resistenza e Resa, entrambe pubblicate dopo la sua morte.3 Relativamente all’edizione di queste due opere, sembra che si possa affermare che il destino di Bonhoeffer sia stato simile a quello dei profeti. Come il riconoscimento del carisma di costoro avviene quasi sempre dopo la morte, così anche il riconoscimento del pensiero teologico del giovane teologo luterano è avvenuto dopo la sua morte, in modo particolare con la diffusione dei suoi scritti e la scoperta del loro valore profetico. In realtà, Bonhoeffer non ci ha lasciato né una dottrina sistematica né una dogmatica compiuta, ma una teologia vissuta e in divenire.

[Per continuare la lettura scarica l'articolo]

Clicca su Download e scarica il PDF

Arcidiocesi di Oristano

Calendario Pastorale

Papa Francesco Twitter

Condividi

 S.E. Monsignor Ignazio Sanna
Arcivescovo Metropolita di Oristano:

P.zza Giovanni Paolo II, 1 – 09170 ORISTANO (Italia)
E-mail: arcivescovosanna@gmail.com
(per interviste contattare il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali)

Designed By Grafica & Web Design